studio morcavallo

Avvocato
Ulpiano Morcavallo

Ulpiano Morcavallo è iscritto, di diritto, per avere esercitato le funzioni di consigliere della Corte di Cassazione, all’albo speciale degli avvocati abilitati alla difesa dinanzi alle giurisdizioni superiori.

Egli è stato per diversi anni Consigliere della Suprema Corte e componente delle Sezioni Unite Civili, essendo relatore in complesse controversie nelle differenti materie del diritto civile, implicanti anche contrasti di giurisprudenza fra le sezioni semplici e questioni di massima di particolare importanza, nonché rilevanti statuizioni in materia di giurisdizione amministrativa, di rapporti fra privati e pubblica amministrazione e di tutela delle acque pubbliche.

E’ stato a lungo coordinatore e infine Direttore Aggiunto dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione, redigendo il Protocollo Ufficiale per la compilazione delle massime e la formazione dell’archivio ufficiale della giurisprudenza italiana.

Numerose sue sentenze sono pubblicate nelle più prestigiose riviste italiane e straniere; si segnalano, fra le altre:

Cass., S.U., n. 2065 del 2011, sulla configurazione del giudizio di ottemperanza dopo l’entrata in vigore del nuovo codice amministrativo, in Foro it., 2011;
Cass., S.U., n. 26019 del 2008, sulle nullità processuali rilevabili in sede di legittimità, pubblicata in Foro it., 2009;
Cass., S.U., n. 8830 del 2010, sull’impedimento delle decadenze sostanziali mediante comunicazione di atti ricettizi, pubblicata in Giust. civ., 2010;
Cass., n. 16102 del 2009, sui diritti dei lavoratori portatori di handicap, in Foro it., 2010;
Cass., S.U., n. 4063 del 2010, sui criteri di liquidazione del danno non patrimoniale da dequalificazione professionale e mobbing, in Foro it., 2010;
Cass., n. 15764 del 2011, sui poteri del Direttore Generale delle Aziende Sanitarie Locali e la nomina dei dirigenti medici, in Diritto sanitario, 2011;
Cass., n. 2015 del 2012 su apprendistato e formazione nelle imprese commerciali, in Lav. nella giurisprudenza, 2013;
Cass., n. 16255 del 2011, su affitto d’azienda e obblighi di mantenimento dell’occupazione, in Dir. Prat. Lav., 2011;
Cass., n. 1616 del 2004, sul contratto di agenzia e sulle convenzioni di scioglimento del contratto in relazione agli obblighi dell’impresa committente, in Giust. civ., 2005;
Cass., n. 10055 del 2002, sul diritto agli sgravi contributivi in favore delle imprese di nuova costituzione, in Foro it., 2002;
Cass., n. 4980 del 2006, sui limiti della responsabilità dell’impresa per gli infortuni e le malattie professionali dei dipendenti, in Orient. Giur. Lav., 2006;

Nel corso degli anni ha approfondito le problematiche connesse al processo civile. In proposito, ha pubblicato libri ed altri scritti, di cui alcuni vengono frequentemente citati in articoli e convegni di studio:

Il ricorso per cassazione (dal giusto processo al processo efficiente), Milano, 2017
Il diritto applicato e la sua individuazione. Appunti per la massimazione e per una rassegna di giurisprudenza nella prospettiva nomofilattica del giudizio di cassazione, in Giustizia civile, 2006;
Nomofilachia e massimazione, in Il nuovo giudizio di cassazione, a cura di Ianniruberto-Morcavallo, 2007;
Sistema di principi e tutela dei diritti, in Il nuovo giudizio di cassazione (seconda edizione), a cura di Ianniruberto-Morcavallo, 2010;
Il rilievo officioso delle questioni. Giudicato interno ed esterno, in La Cassazione civile (lezioni dei magistrati della Corte suprema italiana) Bari, 2011;
Il ricorso per cassazione nella prospettiva del giusto processo, in L’evoluzione giurisprudenziale nelle decisioni della Corte di cassazione, Milano, 2013;
Nullità processuali e potere di controllo della Corte di cassazione nella prospettiva del giusto processo, in Giustizia civile, 2004;
Rilievo officioso delle nullità e giusto processo: in particolare, nelle controversie di lavoro e di previdenza, in Dialoghi della dottrina e della giurisprudenza, 2006;
In tema di interpretazione degli atti giudiziali, aveva pubblicato in precedenza:
Atti e provvedimenti del giudice nella teoria unitaria dell’atto giuridico, in Giustizia civile, 1993.
Ha curato e coordinato opere di dottrina e rassegne di giurisprudenza (oltre alla Rassegna della giurisprudenza di legittimità – 2004 a cura del Massimario della Corte, pubblicata nei Quaderni di Giustizia civile, 2005) e partecipato ad opere di commento ad articoli del codice civile e del codice di procedura civile; si indicano le seguenti pubblicazioni:
Il nuovo giudizio di cassazione, a cura di Ianniruberto-Morcavallo, 2007;
Idem, seconda edizione, 2010;
Divisione ereditaria (art. 713-768 c.c.), in La giurisprudenza sul codice civile coordinata con la dottrina, Libro secondo, a cura di Gentili-Morcavallo-Triola, Milano, 2005;
Idem, Aggiornamento 2005-2008, a cura di Carnevale-Morcavallo-Triola, Milano, 2009;
Ha pubblicato numerosi saggi, articoli e note a sentenza anche nella materia del lavoro; si indicano fra i più recenti:
Riflessioni sulla giurisprudenza di legittimità in materia di produzione documentale e nuovi mezzi di prova nel processo del lavoro, in ADL-Argomenti di diritto del lavoro, 2006;
L’interpretazione diretta dei contratti collettivi di diritto comune nella giurisprudenza di legittimità, in Corriere giuridico, 2009.
Commento agli art. 413, 428 c.p.c., in Diritto del lavoro, Il processo, 2008;
Principio di non contestazione e processo previdenziale, in Giustizia civile, 2004;
L’aspettativa non retribuita dei dipendenti pubblici sindacalisti, in Rivista critica di diritto del lavoro, 2006;
I diritti degli immigrati nell’Europa sovranazionale, in Diritto, immigrazione e cittadinanza, 2001;
Scritti meno recenti sono indicati nel Dizionario bibliografico delle riviste giuridiche italiane e/o nell’archivio Dottrina del C.E.D.:
Funzione sociale della proprietà e tutela dei parchi nazionali: profili costituzionali, 1978;
Crisi della fattispecie nel silenzio della P.A., 1977;
Sull’ammissibilità del provvedimento successivo al silenzio-rigetto, 1976;
Quietanza a saldo e negozio di accertamento, 1974;
Limiti della proprietà e jus aedificandi, 1973;
Il diritto valido ed il problema dell’applicazione, 1971.

Ha collaborato con riviste giuridiche di diffusione nazionale, curando la selezione delle sentenze di cassazione e le relative note di commento (Giustizia civile, Rivista critica di diritto del lavoro).

Ha fatto parte della Commissione per l’attuazione del nuovo codice di procedura civile, negli anni 1993-1994.

Ha insegnato nel corso di formazione per i consiglieri della Corte di Cassazione, tenendo lezioni nella materia processuale civile e sui criteri per lo studio sistematico della giurisprudenza, negli anni 2011 e 2012.

E’ stato relatore in numerosi convegni, seminari e incontri di studio, ivi compresi quelli organizzati nell’ambito della formazione dei magistrati (anche di merito) e degli avvocati.

Ha svolto attività di docenza nell’università: in particolare, è stato assistente alla cattedra di diritto amministrativo dell’Università “La Sapienza” di Roma, tenuta dal Prof. M.S. Giannini, negli anni 1973-1977; ha insegnato presso il corso di diritto pubblico dell’economia della facoltà di Scienze economiche e sociali dell’Università della Calabria, nell’anno accademico 1978-1979, tenendo lezioni e seminari sulla funzione sociale dell’impresa; ha insegnato presso il corso di perfezionamento in diritto della responsabilità civile della facoltà di Giurisprudenza dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’anno accademico 1994-1995, tenendo lezioni sui criteri di determinazione del danno biologico e del danno non patrimoniale.